Contributi Inps socio Srl

In questo articolo si parlerà delle disposizioni relative all’iscrizione alla Gestione Commercianti o Artigiani INPS per i soci di società a responsabilità limitata (Srl), comprese le Srl semplificate (Srls), che partecipano all’attività lavorativa con carattere di abitualità e prevalenza.

Si approfondirà inoltre il versamento dei contributi previdenziali a carico del socio lavoratore e la copertura assicurativa garantita dall’iscrizione alla Gestione Commercianti o Artigiani INPS.

Contributi INPS socio SRL

I soci di una società a responsabilità limitata, comprese le società a responsabilità limitata semplificate (Srls), che partecipano all’attività lavorativa con carattere di abitualità e prevalenza devono essere iscritti alla Gestione Commercianti o Artigiani INPS.

Questa disposizione è indipendente dalla quota societaria detenuta, che può essere l’1% o il 100%, e dal numero di dipendenti impiegati dall’impresa.

Il socio lavoratore è tenuto a versare i contributi alla previdenza sociale, e la somma da versare sarà una quota fissa di circa 3.900,00 euro all’anno (contributi sul minimale), indipendentemente dal reddito prodotto, da pagare in quattro rate annuali (ogni 16 del mese di Febbraio, Maggio, Agosto e Novembre) con modello F24.

Per il reddito che supera il minimale (17.504,00 euro nel 2022), sarà dovuta una contribuzione aggiuntiva pari al 24% del reddito, da versare insieme alle imposte sui redditi.

L’INPS considera la base imponibile come la parte del reddito d’impresa della Srl corrispondente alla quota di partecipazione agli utili del socio, indipendentemente dalla distribuzione effettiva degli stessi.

L’iscrizione alla Gestione Commercianti o Artigiani garantisce al socio la copertura della previdenza obbligatoria e l’autorizzazione per svolgere l’attività lavorativa autonoma con la qualità di socio lavoratore.

nel paragrafo successivo vedremo il caso del socio lavoratore di una srl.

Contributi INPS socio lavoratore SRL

Quando si parla di socio lavoratore di una SRL, è necessario essere a conoscenza di alcune condizioni prima di intraprendere questo percorso.

  • Innanzitutto, il socio lavoratore in questione non deve far parte dell’organo amministrativo della SRL; nel caso in cui, invece, ne dovesse far parte, è sufficiente che non interferisca con le varie decisioni.
  • Il secondo luogo, il socio lavoratore in questione non deve essere socio di maggioranza, dal momento che in questa veste potrebbe interferire con i poteri dell’organo amministrativo a cui facevamo riferimento poco fa.

Queste condizioni sono necessarie per evitare che si tratti di una dipendenza fittizzia: solo così è possibile per un socio SRL diventare anche socio lavoratore di quella stessa SRL.

La scelta di diventare socio lavoratore di una SRL, inoltre, ha anche svariati e molteplici vantaggi, tra cui abbiamo i seguenti.

  • Il diritto alle ferie.
  • Il diritto ad un orario lavorativo che non superi le 40 ore settimanali.
  • L’impossibilità di essere licenziato senza una giusta causa.
  • Al pagamento del trattamento di fine rapporto (TFR).
  • All’indennità INPS di malattia o di maternità.

Ed è proprio di INPS che vogliamo parlare in questo articolo: nel prossimo paragrafo, infatti, dopo questa breve introduzione, capiremo come è possibile gestire i propri contributi previdenziali se si è soci lavoratori di una SRL.

Contributi INPS socio lavoratore SRL

Partiamo dalle basi: un socio lavoratore SRL è tenuto all’iscrizione presso l’INPS. Questa iscrizione comporta per un socio lavoratore SRL gli stessi obblighi contributivi di qualunque lavoratore subordinato.

In altre parole, dal punto di vista dei contributi INPS, un socio lavoratore e un dipendente sono perfettamente uguali.

Come limitare i contributi INPS socio lavoratore SRL

Limitare i contributi INPS di un socio lavoratore SRL è assolutamente possibile e fattibile nel rispetto della legge. Come? Seguendo i sette metodi che sto per elencare.

  • Un primo metodo può essere quello di avere un contratto di lavoro a tempo pieno.
  • Un altro metodo può essere quello di essere solo un amministratore della SRL.
  • Anche essere iscritto ad un’altra cassa previdenziale è un metodo per limitare i contributi INPS.
  • Inoltre, un ulteriore metodo è quello di utilizzare il più possibile i rimborsi spese chilometrici e quelli forfettari.
  • Un altro modo è rappresentato dalla holding SRL, cioè una società finanziaria che detiene partecipazioni e quote anche di altre società, all’interno delle quali esercita una attività di direzione e di gestione.
  • Oltre a tutte queste opzioni, c’è anche quella di avere una quota ridotta all’interno della SRL.
  • In ultimo, anche avere un dipendente con busta paga che fa il lavoro operativo nella propria SRL può essere un ottimo modo per limitare i contributi INPS.

Amministratore e Socio lavoratore della Srl o Srls

È importante distinguere il ruolo di amministratore dal ruolo di socio lavoratore e l’obbligo contributivo descritto in precedenza.

Eventuali compensi percepiti come amministratori della società non autorizzano lo svolgimento di attività lavorativa nell’azienda e non hanno alcuna correlazione con il ruolo di socio esclusivamente di capitali. L’obbligo di contribuzione alla Gestione Commercianti o Artigiani rimane invariato, indipendentemente dal fatto che si svolga anche il ruolo di amministratore.

Il compenso percepito come amministratore sarà soggetto a una contribuzione aggiuntiva proporzionale all’ammontare ricevuto, da versare alla Gestione Separata INPS. È obbligatoria la duplice iscrizione (Gestione Commercianti/Artigiani e Gestione Separata) entro i limiti della prescrizione quinquennale (Corte Costituzionale 26 gennaio 2012 n. 15).

Conclusioni

Sicuramente questo è uno dei temi più spinosi riguardanti la costituzione e l’apertura SRL: per questo motivo, nel caso in cui tu avessi ulteriori dubbi, ti consiglio di fissare un appuntamento nel mio studio. In qualità di Commercialista online, studierò insieme a te un’ottima e funzionale pianificazione fiscale, che comprenda al suo interno anche tutti questi aspetti.

Programmi

Articoli dal Blog

  • Contributi Inps Amministratore SRL
  • Contributi Inps socio Srl
  • Gli utili per una srl: cosa sono e come vengono tassati
  • Capitale Sociale Srl
  • Amministratore Unico di Srl
  • Srl ordinaria Vs Srls
  • Ditta Individuale vs Srl: Quale scegliere?
  • Srl unipersonale vantaggi e svantaggi
  • Regime forfettario 2023 Novità
  • INTERVISTA su “La Repubblica”: L’importanza della pianificazione fiscale

Contatti

Il Dott. Danilo Genovese offre la propria assistenza e consulenza fiscale, contabile e societaria a Palermo ma soprattutto online attraverso l’uso di strumenti digitali per Imprenditori di tutta Italia.

Seguimi su


© www.danilogenovese.com.
Tutti i diritti riservati.
Partita IVA 06321750827.
Sito web realizzato da Gabriele Pantaleo

FISSA UNA CONSULENZA
ACQUISTA IL LIBRO