Prestazione Occasionale: cosa cambia nel 2022

DEFINIZIONE

La Prestazione Occasionale è quello strumento che consente al lavoratore di poter svolgere un’attività in maniera saltuaria e sporadica senza un contratto di lavoro o una Partita Iva .

CARATTERISTICHE

La prestazione occasionale deve avere le seguenti caratteristiche:

  1. Il lavoro deve essere svolto con la propria indipendenza e con il proprio tempo attraverso una propria organizzazione;
  2. Carattere saltuario e sporadico ossia non puoi andare a lavorare ogni giorno per più di 30 giorni;
  3. Valore della prestazione occasionale non superiore ai 6.000 euro lordi/5.000 netti.

COSA CAMBIA

Fino al 2021 la Prestazione Occasionale veniva usata in maniera arbitraria e senza controllo da parte del fisco.

A partire dal 2022 questo strumento può essere utilizzato solo se vi è una comunicazione preventiva dell’attività che si andrà a svolgere.

MODALITA’

Qui di seguito sarà indicato quali sono le modalità per effettuare la comunicazione:

  • Servizio informatico sul portale ClicLavoro (“gov.it – Aziende – Adempimenti – Lavoro intermittente”)
  • Email all’indirizzo PEC intermittenti@pec.lavoro.gov.it
  • SMS al numero 339.9942256 contenente almeno il codice fiscale del lavoratore
  • “App Lavoro Intermittente” disponibile per smartphone e tablet

CONTENUTO DELLA COMUNICAZIONE?

La comunicazione deve contenere le seguenti informazioni:

  • Dati del committente e del prestatore
  • Luogo della prestazione
  • Sintetica descrizione dell’attività
  • Data inizio prestazione e presumibile arco temporale entro il quale potrà considerarsi compiuta l’opera o il servizio
  • Ammontare del compenso qualora stabilito al momento dell’incarico

SANZIONE

In caso di mancata o ritardata comunicazione è prevista una sanzione amministrativa da 500 euro a 2.500 euro per ogni lavoratore autonomo occasionale.

CONSIGLIO

E’ bene sottolineare che questo strumento non è utilizzato per non pagare tasse ma solo per “provare” un’attività o semplicemente per lo svolgimento di attività diverse dal proprio inquadramento.

Se intendi crescere e superare il limite di fatturato dei 5.000 euro è fortemente consigliabile valutare di aprire la Partita Iva.

Clicca sul mio servizio per avere tutte le informazioni che ti servono:

Apertura Partita IVA

Clicca qui sotto per vedere il video

Programmi

Articoli dal Blog

  • Oggetto sociale nella srl: stretto o largo?
  • Quanto capitale serve per aprire una Srl
  • Una srl costa tanto: è vero?
  • Quante tasse si pagano con una srl
  • Evasione Fiscale: Fare nero non conviene!
  • Costituzione Online Srl: come funziona
  • Perché scegliere un Commercialista Online?
  • Ditta Individuale vs Srl: quale scegliere
  • Tutte le differenze tra SRL e SRLS
  • Che cos’è una SRL unipersonale

Contatti

Il Dott. Danilo Genovese offre la propria assistenza e consulenza fiscale, contabile e societaria a Palermo ma soprattutto online attraverso l’uso di strumenti digitali per Imprenditori di tutta Italia.

Seguimi su


© www.danilogenovese.com.
Tutti i diritti riservati.
Partita IVA 06321750827.
Sito web realizzato da Gabriele Pantaleo